Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

26.8.12

Cose, fatti, situazioni


Allora, un po' di cose che sono successe mentre ero a Colonia, che stanno continuando a succedere, che succederanno. Così, tanto per scrivere qualcosa in questa domenica in cui improvvisamente a Monaco ha piovuto e adesso c'è il sole ma anche un delizioso freschino e guarda che incredibile gioia che mi pervade. Partiamo con un pochino di spam.


Poco prima di partire per Colonia, mi hanno tirato dentro la registrazione del ventesimo episodio di Emergency Broadcast System, un podcast che ammetto di non seguire (ma del resto, ormai, riesco a seguire regolarmente solo BS Report e NBA Today) e che non saprei bene come descrivere. Comunque, in questo episodio si parla di cinema di fantascienza. Io in realtà intervengo poco, un po' perché non c'ho molto da dire, un po' perché mi divertivo ad ascoltare Federico Frusciante che chiacchierava. Comunque, sta a questo indirizzo qua. Proseguiamo con lo spam.


Marketing 2.0: Mettere una foto a cazzo di cane su Facebook perché sei l'unico a cui va il telefono.

Sempre mentre ero via (a proposito, su Outcast abbiamo fatto il coveraggio di Gamescom e GDC Europe, cui fra l'altro devono ancora aggiungersi alcuni articoli: sta a questo indirizzo qui), abbiamo più o meno annunciato questa cosa di IGN. Ora, non starò qui a parlarne più di tanto, un po' perché non c'è molto che posso dire, un po' perché mi sono rotto i coglioni io di leggerci che lo diciamo in giro, figuriamoci gli altri che ci leggono. La sostanza, comunque, è semplice: si sta lavorando per portare IGN in Italia, che è un po' anche uno dei motivi per cui in questi giorni, nonostante il mio rientro da Colonia, il blog s'è abbastanza spento. I nomi coinvolti non c'è neanche bisogno di elencarli, un po' perché è facile intuirli, un po' perché sono stati fatti in giro da tutti. Il sito sarà realizzato da noi, in Italia. È chiaro e normale che ci saranno pure contenuti tradotti (sarebbe idiota non sfruttare certi reportage o certe esclusive che puoi avere tramite IGN), ma la maggior parte di quel che vi si leggerà dentro sarà realizzata dallo staff italiano e non si tratterà, quindi, della semplice traduzione di cui qualcuno - mi dicono - vaneggia nell'internet. La conseguenza è che se vi piace quel che fanno di solito le persone coinvolte dovrebbe piacervi IGN Italia. Se invece vi fa cacare quel che fanno di solito le persone coinvolte, beh, è probabile che vi faccia cacare IGN Italia. Ad ogni modo sarà il sito a parlare, perché poi alla fine è quello che conta. Aggiungo solo che a casa nostra God Hand non prende 3.

Poi, diamo un senso alla foto in apertura: fra qualche giorno inizia qua a Monaco l'edizione 2012 del Fantasy Filmfest. Ovvero una rassegna da nove giorni di film horror, fantasy, d'azione e pure qualche roba che non c'entra nulla coi generi citati ma potevano averla nel programma e perché no. L'anno scorso l'ho frequentato, ho visto sedici film e ne ho scritto a questo indirizzo qua. Quest'anno sono bello carico e ieri, scorrendo il programma di questa edizione, m'è quasi scoppiato il cuore nel tentativo di darmi una calmata e rendermi conto che non posso spendere trecento euro di cinema in una settimana (purtroppo mi sono svegliato tardi e gli abbonamenti sono già esauriti). Facendo una selezione durissima, ho identificato una quindicina di film che voglio assolutissimamente vedere e un'altra decina che mi intrigano (in realtà mi intrigano pure tutti gli altri ma, oh, che cacchio ci posso fare). Dovrò scremare ulteriormente, perché tengo famiglia e tengo pure altri impegni, ma penso ci sarà da divertirsi. Chiaramente cercherò di scriverne qua nel blog.


A proposito di film horror, questa è un'immagine di Chloë Grace Moretz nel remake di Carrie. Ora, sì, okkei, Carrie, il sacrilegio, whatever. Il problema di questa immagine è che la Chloë, a cui voglio molto bene, non ha esattamente quello sguardo fuori dal mondo che c'aveva Sissy Spacek. Tolto questo fatto, però, io sono moderatamente curioso, e il motivo sta dietro alla macchina da presa. A dirigere 'sto remake c'è infatti Kimberly Peirce, la regista di Boys Don't Cry, da cui mi sembra lecito attendersi una roba che non provi neanche per sbaglio a scimmiottare De Palma e, anzi, un'interpretazione molto diversa e magari interessante. Ammetto moderato ottimismo.

Dai, non c'è confronto.

Chiudiamo con una rassegna di trailer apparsi sul pianeta mentre ero via, che è una cosa che mi diverte sempre molto fare.


Universal Solider: Day of Reckoning lo vedo al Fantasy Filmfest e secondo me sarà una roba proprio divertente. A occhio, sembra mantenuta la tradizione della serie secondo cui a ogni episodio si fa un mezzo reboot frullando le premesse a cazzo di cane (Van Damme pelato, sbiancato e cattivo è bellissimo), ma magari posso sbagliarmi, perché in effetti il terzo ancora non l'ho visto. Ieri ho rivisto il primo (sorprendentemente caruccio) e il secondo (non sorprendentemente osceno), oggi mi guardo finalmente il terzo, un direct-to-video di cui parlano bene dove conta e che è stato talmente apprezzato da diventare un cult e giustificare la produzione di un quarto film girato addirittura in 3D.



Un remake di Alba rossa, mitico filmetto anni Ottanta con i sovietici che invadono il mondo. Solo che al posto dei sovietici ci sono i nordcoreani, al posto di Patrick Swayze c'è Chris Hemsworth e al posto di John Milius c'è uno stuntman di cui mi sono già dimenticato il nome. Non m'ero minimamente accorto che fosse in produzione 'sto film, a quanto pare rimasto bloccato un paio d'anni per il fallimento di MGM. A occhio, direi che, se fosse uscito quando previsto, ci avrebbero infilato da qualche parte anche la parola Homefront per farsi tutti pubblicità a vicenda con un'altra cosa bruttarella su cui appiccicare il nome di Milius per darsi un tono. Ad ogni modo, Red Dawn esce a dicembre qua in Germania. Non so in Italia.



Seven Psychopaths, vale a dire il film per girare il quale Mickey Rourke ha rinunciato a The Expendables 2 ma poi ha litigato col regista e ha finito per mollare pure questo e farsi sostituire da Woody Harrelson. Comunque, i sette psicopatici sono appunto Woody bello, Christopher Walken, Colin Farrell, Abbie Cornish, Sam Rockwell, Tom Waits e Olga "Gesù" Kurylenko. Scritto e diretto dal Martin McDonagh di In Bruges. A leggere i nomi in fila sembra fico. Pure per lui se ne parla a dicembre e non so nulla dell'Italia.

Vogliamoci troppo bene.



E va bene, allora, le stronzate di The Expendables 2, occhei, però poi qua si fanno le cose sul serio. Arnie che torna in azione massiccio come si deve, con le sue battutine ma cazzuto e spaccaculi (seppur nell'ottica di uno che va per i settanta e non ce la fa più), oltretutto diretto da Jee-woon Kim (Two Sisters, A Bittersweet Life, Il buono il matto e il cattivo, I Saw the Devil). Questo trailer spacca. Il film è in postproduzione ed è previsto per inizio 2013. The Last Stand. Alla grande.



E allora mamma mia. Walter Hill che torna a dirigere un film undici anni dopo Undisputed. Stallone con la raucedine che duella a colpi di accetta con Jason Momoa. Christian Slater e la sua vocina. Sung Kang e tutto il carisma che si porta dietro dai Fast & Furious. Bullet to the Head. Ficatissima. In arrivo a marzo. Ah, fra l'altro, a proposito di Sung Kang, stanno girando Fast Six, o come diavolo si chiamerà. Con tutto il cast che ci deve essere, più Gina Carano a menare tutti quanti. Mamma mia che peccato se alla fine il mondo finisce veramente quest'anno.



Qui citerei le immortali parole di Aldo Raine: "We hear a story too good to be true... it ain't." Se sei uno sfigato che sta guidando in mezzo a una regione sepolta dalla neve, dai un passaggio a Olivia Wilde, quella ti sorride, fa la maliziosa e finisce che te la porti a letto, è probabile che poi arrivi Eric Bana psicopatico a cercare di ucciderti. Si intitola Deadfall, non sono sicurissimo di quanto mi attiri, però su IMDB c'ha un promettente 7.9. A novembre in Germania, Italia ehm. Forse devo smettere di cercare le date su IMDB.



E allora dai, su, eddai. I predatori dell'arca perduta non l'ho mai visto al cinema, perché non farlo all'IMAX? Vado subito a cercare un volo low cost per Londra.

Chiudo con un saluto a Joe Kubert, che gli ho sempre voluto bene, a lui e ai suoi due bravi figlioli. Un altro grandissimo svanito all'improvviso. Son brutte cose.

10 commenti:

sono finiti i soldi? be godiamoci total recal il 28 settembre

Di che soldi parli? :D

Comunque Total Recall l'ho visto l'altro ieri e non so se utilizzerei il verbo godere.

del budget per i film, non sono film da 120/200 milioni, forse non arrivano a 20

Ah. Beh, Universal Soldier fa caso a se ed è pure normale che c'abbia pochi soldi. Sugli altri, mboh, probabilmente hai ragione, non sono aggiornato sui discorsi di budget, ma alla fine chissenefrega, via.

Devo ringraziarti per aver parlato di Seven Psychopaths. InBruges l'ho amato alla follia e stavo aspettando il momento in cui sarebbe tornato il regista... certo, la cosa sembra un attimo differente, ma alla fin non è la bravura che conta?

Che sventola Olivia Wilde!

Bene Ambro, mi fa piacere. (E sì, diamogli fiducia, magari anche proprio perché prova a fare una cosa un po' differente invece di riciclarsi per intero) :)

si la crisi si sente anche al cinema, nel 2013 gli unici film con il super budget sono:L'Uomo d'Acciaio(probabilmente soldi buttati nel cesso)Cloud Atlas, Il grande e potente Oz buget, 300: Battle of Artemisia,(neanche troppo 80 milioni)

giopep hai mai avuto la disgrazia di leggere dick drago?(clone di dylan dog chiuso dopo 11 numeri)

Sicuramente mi è passato per le mani, perché il nome non mi è nuovo, ma non mi sento di affermare di averlo letto.

Posta un commento

 
cookieassistant.com