Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

27.4.10

È complicato

It's Complicated (USA, 2009)
di Nancy Meyers
con Meryl Streep, Alec Baldwin, Steve Martin


Mi piacerebbe dire che questo film è un po' come quell'altro film lì. Una roba semplice semplice, povera povera, ma simpatica, accattivante, abbastanza divertente e con Meryl Streep, Alec Baldwin e Steve Martin, che sono bravi, adorabili, irresistibili e tante altre cosette, seppur con qualche "issimi" in meno. Solo che guardando È complicato proprio non ce l'ho avuta, quest'impressione, e pur fra qualche risata ho visto davvero poco di interessante, oltre ad essermi pure piuttosto innervosito.

Il problema è che, nonostante Alec Baldwin sia lo stesso adorabile puccettone che da una decina d'anni buona illumina d'immenso qualsiasi cosa a cui partecipi, nonostante Meryl Streep sia ottima come al solito, nonostante lo Steve Martin attempato funzioni sempre bene in quel tipo di ruolo, qualcosa non m'è ingranato. Magari il problema è il taglio della Nancy Meyer, che proprio trovo tanto tanto pacchiana. Oppure è colpa di certe caratterizzazioni così tirate via. Dell'insostenibile famiglia che rotea attorno alla protagonista. Del fatto che Alec Baldwin ha dieci anni meno degli altri due, vale a dire il tempo che ha trascorso bombandosi Kim Basinger, quindi uno si chiede che senso abbia tutto questo.

Comunque, capiamoci, quel film lì di cui dicevo in apertura l'ha scritto e diretto una che nella sua vita ha tante colpe, ma ha pure il gran merito di aver partorito la sceneggiatura di Harry ti presento Sally. E hai detto niente. Questo qui l'ha diretto la stronza di What Women Want. E sì, lo so che ho scritto bene di L'amore non va in vacanza, però, dai, abbiate pazienza, l'avevo guardato in aereo e c'era di mezzo Jude Law. Comunque ritratto senza problemi, sulla fiducia: fa sicuramente schifo.

Il film l'ho visto in lingua originale al cinema Mexico di Milano, nel contesto del sempre amabile ciclo Sound & Motion Pictures. Comincia ad esserci qualche chiacchierone rompipalle anche lì. Non c'è scampo, siamo circondati. Importanza di guardare questo film in lingua originale? Ma chissenefrega.

3 commenti:

Pensavo di essere l'unico ad avere Jude Law come sogno gay represso...

Il mio non è represso.

Posta un commento

 
cookieassistant.com