Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

6.11.11

Rainbow 6 7


L'unico Rainbow Six che abbia mai provato a giocare per davvero è il primissimo, del quale ho fra l'altro un ricordo piuttosto confuso. Apparteneva a una categoria di giochi per me affascinantissima, quella delle robe che a sentirle descrivere mi gasavo e mi veniva una voglia matta di giocarci, ma poi, quando mi ci mettevo, facevo una fatica bestia, perché alla fine forse non sono abbastanza intelligente. Al di là di quello, ho giusto messo mano velocemente alla versione console di Rainbow Six 3, durante il mio primo press tour di un certo spessore (primo viaggio a San Francisco, con tanto di visita ad Alcatraz), maturando una certa qual vaga impressione che si fosse mandato al macero tutto quanto per venire incontro agli siemi come me, e ora che ci penso forse ho pure provato la demo di Rainbow Six: Vegas. Fine. 

Presumo che questa mancanza nel mio curriculum sia assimilabile al motivo per cui - attenzione - non ho mai giocato un singolo FPS ad ambientazione guerresca (se non per motivi di lavoro, magari per fare un'anteprima a qualche evento). Niente Medal of Honor, niente Call of Duty, niente Battlefield, niente Ghost Recon. Niente. Ho sempre pensato fosse perché non mi affascina giocare uno sparatutto ad ambientazione guerraiola, ma forse, facendo mente locale su Rainbow Six, la parola chiave è "realismo". Oppure anche "casualità". Comunque, basta divagare: l'altro giorno ha visto la luce questa specie di trailer, non trailer, prototipo, c'era stato il leak, adesso ve lo mostriamo noi, del nuovo Rainbow 6 Patriots


Casomai qualcuno non l'avesse visto: qua di seguito commento quel che succede.


Ora, questa roba, innanzitutto, è forse il primo gioco del quale si fa veramente fatica a dire che non sia stato influenzato da Heavy Rain. Dirlo per tutti i quick time event a valanga che si vedono di recente, non so, mi sembra un po' pretestuoso, perché quello è un fenomeno che va avanti da prima di David Cage e che mi sembra sia veramente esploso con God of War. Ma, cacchio, qua dentro di Heavy Rain ce n'è davvero parecchio. Ce n'è in maniera fin troppo palese nell'avvio, nel farti provare a vivere una sequenza "tranquilla", normale, di vita, facendotela giocare e non solo guardare, per darti immedesimazione naturale coi personaggi, basata su sensazioni che non siano solo da action movie. Ce n'è, ovviamente, in quei comandi contestuali che appaiono in giro per lo schermo in quella maniera lì. E ce n'è poi anche in maniera forse meno appariscente nel modo in cui si gioca con la prospettiva, col punto di vista, con la narrazione.

Ti fa vivere il momento drammatico di un personaggio e poi ti mette nei panni di un altro che quel personaggio se lo trova davanti e si trova costretto a doverlo uccidere. E compiere quell'azione, se già sarebbe un gesto "forte" di suo, assume tutta un'altra emotività nel momento in cui tu, fino a pochi minuti prima, "eri" il personaggio che se ne deve cascare giù dal ponte. Chiaro, poi si mette sempre in mezzo il problema dell'interattività, del giocare e del modo in cui uno si pone di fronte a queste cose, perché è ovvio che se le vivi solo come una serie di pupazzetti a cui sparare in faccia, beh, ti fai due risate e vai avanti. Però c'è uno sforzo di andare oltre il "semplice" darti la possibilità di uccidere gente a caso in aeroporto e mi piace, mi sembra interessante.

Più in generale, oltre a questo, il trailer mi piace per un po' di motivi. Intanto perché mostra le classiche tematiche scomode (o magari comode) che genereranno tanta polemica e tanta pubblicità, ma che mi fa piacere vedere affrontate. Poi perché sperimenta appunto con la narrazione interattiva, che è una cosa che mi affascina e mi piace molto. Per cui, insomma, sono intrigato. Allo stesso tempo, però, ho un po' il timore che dietro questi momenti dalla coreografia azzeccata finisca poi per esserci qualcosa di molto meno interessante, un gioco a cui se levi queste due o tre trovate lineari e gradevoli non rimane altro che una serie di sparatorie mediocri (e, a dirla tutta, già nel trailer la parte di sparatoria mi sembra di una noia mortale: "Fai questo, fai quello, vai di su, vai di là"). Poi si parla di sistema di scelte, moralità, decisioni, e già mi immagino i soliti bivi con addosso il peso del mondo in cui se vai a destra muoiono in dieci e se vai a sinistra muoiono in altri dieci e, boh, mi viene voglia di andare avanti a giocare a Fallout 2, che ha una storia semplice semplice, la butta tutta sul ridere, ma altro che bivi, è una rotonda continua.

Ma quanto è impossibile, su una scala da Resident Evil 6 a Van Buren, che un giorno salti fuori un nuovo Rainbow Six sullo stile dei primi due? Ma quanti grideranno allo scandalo perché questo gioco non c'entra nulla con il Rainbow Six che conoscono loro e che non c'entrava nulla con il Rainbow Six che non riuscivo a giocare io? Ma quanto sarebbe bello se lo intitolassero Rainbow 6 7?

14 commenti:

Che ficata spaziale :-O

D'impatto, ne? Che poi, da come lo presentano, è solo un prototipo. Chissà come sarà poi il gioco, alla fine...

soprattutto batte alla grande il momento "emotional" di MW3 che aveva tanto impressionato quella merdaccia di Jim Sterling qualche giorno fa: http://www.destructoid.com/modern-warfare-3-has-own-no-russian-with-little-girl-215183.phtml

Ma veramente dal post che linki non mi sembra particolarmente impressionato, anzi, i toni sono piuttosto sarcastici...

macché, quando fece uscire il post passò tutto il giorno a twittare quanto era sconvolto perché nei commenti un sacco di gente aveva scritto che non gli sembrava tutta 'sta roba shockante - e se vedi tra i commenti stessi ce n'è un paio di suoi che ribadiscono il concetto

Boh, non so Twitter, nei commenti mi sembra ribadisca che è una scena forte e che vuole essere forte e che Infinity Ward - al contrario di tanti altri - almeno prova a fare di queste cose. E, insomma, non sarà Rainbow 6 7 8, però comunque una scena con una camionetta che fa esplodere una bimba e la madre, nei videogiochi, non è che si veda spesso. :D

sì sì non lo metto in dubbio, ma comunque quella clip aveva il difetto di non creare alcun "coinvolgimento preventivo", a differenza di questa nel tuo post, e poi oltretutto Sterling (che del resto mi piace, lo chiamo merdaccia in maniera affettuosa eh!) aveva tolto quel minimo di effetto sorpresa che il video avrebbe potuto avere, spoilerando abbondantemente a partire dal titolo...

Ma sì, ma sì, sono cmq cose diverse, anche perché mi pare di capire che quella di MW3 manco sia interattiva...

Io passai ore, perdendo diottrie, sul primo Rianbow, c'era una specie di Autocad per progettare le mosse dei compagni, trigger, hot point, una roba allucinante :D

Molto bello e gratificante.

Ho caricato una volta il 3 e New Vegas, ma erano un altro gioco.

Vedremo questo.

Fra l'altro se non lo hai già provato: Ghost Recon su 3DS.
A parte ambientazione, mancanza della parte strategica gestionale e difficoltà blanda è una specie di seguito di XCOM, sempre di Gallop :D
Se mi han venduto anche il 3ds possono veramente vendermi di tutto.

Eh, a me tutta la fase Autocad ingrifava di brutto, ma a conti fatti non avevo la testa per godermela davvero. :)

Ghost Recon per 3DS l'ho provato di sfuggita, mi è parso figo e me ne han detto tutti benissimo. È finito nella lista dei "prima o poi", ci giocherò nel 2020.

rotfl son e ero mensola.

2020 nuova frontiera, dato che il 2012 di qualche anno fa è alle porte.

HAhahaha, esatto. Se lo passiamo, il 2012. :)

Piace il nuovo blog?

al netto della nostalgia per il vecchio layout tipica del vecchio rompicoglioni che sono diventato, si.
è più leggibile.


rotfl io non so perchè ma da quando hai il blog ti visualizzo come blu e arancio.
blu il corpo e arancio la testa.

HAhahahaha, ma in che senso, proprio a me come persona, mi visualizzi così? :D

Posta un commento

 
cookieassistant.com